logotop goltop
Lunedì, 18 Giugno 2018;
Dati meteo a Gattinara
Grazie alla stazione meteo di Graziano Chieregato
Temperatura corrente
Temperatura massima del giorno
Temperatura minima del giorno
mail logo_fb logotw
CALENDARIO EVENTI
logoedg
freccia
Gli appuntamenti dei prossimi 7 giorni
Non ci sono eventi in archivio nei prossimi 7 giorni
GALLERIA IMMAGINI
San Pietro
Storia
Contatti
Da Mongu, Zambia - di Fabio Savini
Vai all'elenco dei post
02-03-2018
Cosa si è disposti a fare per mettere una croce su una scheda
Ora sto scrivendo questo articolo dall'Aeroporto Internazionale di Lusaka, pronto a imbarcarmi per un volo diretto a Milano Malpensa. No, il mio Servizio Civile non è concluso, ma torno, come detto nell'articolo precedente, per le votazioni. Anche quest'anno, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha dato la possibilità alle persone impiegato nel SCN di tornare in Patria per esercitare il diritto al voto, il tutto rimborsato completamente. Il mio viaggio per il ritorno in Italia è iniziato mercoledì 28/02 dove alle 8:00 di mattina ho preso il bus da Mongu in direzione Lusaka. Un viaggio per chi non ha nessuna fretta, infatti per fare 650 km e attraversare praticamente mezza Zambia, ci abbiamo messo 9 ore e 30 minuti. Il tutto condito da varie tappe intermedie dove venditori ambulanti ti assalivano con ogni sorta di cibo e oggetti, dalle banane a polli vivi, dalle scope di saggina a cinture di pelle. Ma "all'alba" delle 17:30 stavamo scendendo in stazione a Lusaka. La giornata di giovedì è trascorsa a preparare le ultime cose del viaggio, carte di imbarco, check-in e documenti vari, e ne ho anche approfittato per vedere un po' di Lusaka. Ma come ogni capitale africana, ad eccezione di giusto qualche città, non c'è assolutamente nulla di storico o comunque di interessante. Basta tenere conto del fatto che sono città nate sostanzialmente all'inizio del XX secolo o comunque sviluppatesi dall'indipendenza dei paesi colonizzatori in poi, quindi dagli anni 60/70 fino ai giorni nostri. Le cose belle di queste metropoli sono i mercati dove puoi trovare qualsiasi cosa e le zone rurali, dove vedi veramente l'essenza africana.
Ora per 7 giorni stacco un attimo la spina e vengo a prendermi un pochetto di fresco dopo tutto questo caldo africano, e magari se sono fortunato, anche un po' di neve.
Sperando che questo articolo sia piaciuto e abbia alzato un po' i collegamenti di GOL, vi aspetto per un nuovo articolo su questa terra lontana.
Vi saluto con una frase che mi piace ricordare in questo periodo di molta instabilità e incertezza, sperando che possa essere un monito per le persone che hanno perso fiducia in uno Stato e in una politica che, a dir loro, non li rappresenta più. Ricordandovi che siamo uno degli Stati in cui abbiamo la fortuna di votare, cosa non così scontata. Proprio qui in Africa, non così scontata appunto. Sulla Costituzione c'è scritto che "Il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico.". Dovere, quindi non una cosa che uno può decidere se fare o no. Si deve fare, punto. Per questo spenderò 26 ore per venire in Italia e altrettante per ritornare in Zambia solo per mettere una croce su una scheda nonostante in tanti mi hanno detto che è solo un viaggio inutile e che avrei potuto evitarmi tante grane. Ma a parer mio è la cosa giusta da fare se si tiene anche solo un pochetto al futuro.

"No. Non dite di essere scoraggiati, di non volerne più sapere. Pensate che tutto è successo perchè non ne avete più voluto sapere" - Studente di 19 anni. Fucilato dai fascisti.

Buon voto e a presto!
foto
foto
foto
foto

Commenti - Scrivi un commento
Gianni Delsignore
Caro Fabio, mi sa proprio che la neve la vedrai, eccome la vedrai!
02-03-2018 11:17:34
Ennio Bertona
Una grande lezione, la sua.
Ai tanti che, appunto, non si scomodano per pochi minuti, per un voto che secondo loro non serve.
Qualsiasi idea politica si abbia, poter votare è una ricchezza di cui siamo dimentichi, perché dimentichiamo che votare è strettamente legato a libertà.
Quella libertà che nella storia tanti, troppi volevano, e ancora vogliono, togliere ai popoli per sete di potere e conquista.
Quella libertà per la quale ogni tanto spariscono milioni di persone perché c'è sempre un pazzo sanguinario che vuole conquistare!
Per la quale le colline qui attorno sono disseminate di lapidi che commemorano giovani uccisi dalle squadracce.
Quei giovani sognavano di poter votare, e noi ci siamo stufati?
Grazie Fabio, di quanto ci racconta.
Ennio Bertona
03-03-2018 13:45:36
Pannello di riconoscimento utente dei commenti
Nome
Parola chiave
Non sei ancora registrato?
Hai dimenticato la password?
Articolo:
Utente:
Commento:
Il commento è stato inserito correttamente
Inserisci i tuoi dati
Nome
Cognome
E-mail
Scegli il tuo nome utente
Scegli la tua parola chiave
Riscrivi la parola chiave
Inserisci il tuo indirizzo e-mail
Tieni presente che L'indirizzo e-mail che inserisci deve essere
esattamente lo stesso che hai inserito quando ti sei registrato
Il tuo indirizzo e-mail
© 2013 Gattinara on line - Privacy - Credits
X
Sara Bergando:Progetto grafico e gestione pagina Facebook
www.sarabergando.com
Vittorio Delsignore:Sincronizzazione con i social networks
Consulenza tecnica
Gianni Delsignore:Tutto il resto