logotop goltop
Venerdì, 23 Agosto 2019;
Dati meteo a Gattinara
Grazie alla stazione meteo di Graziano Chieregato
Temperatura corrente
Temperatura massima del giorno
Temperatura minima del giorno
mail logo_fb logotw
CALENDARIO EVENTI
logoedg
freccia
Gli appuntamenti dei prossimi 7 giorni
Non ci sono eventi in archivio nei prossimi 7 giorni
GALLERIA IMMAGINI
San Pietro
Storia
Contatti
Ci hanno scritto
Lettere a Gattinara on line
Crisi Governo Conte (09/08/2019)
Oggetto
Venerdì 9 Agosto 2019
Data
Davide Crippa
Mittente
Il Governo del Cambiamento sta arrivando ad una fine “innaturale”.
Da quanto già dichiarato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, mercoledì 7 agosto il Ministro dell’Interno, nonché segretario della Lega Matteo Salvini ha anticipato allo stesso Premier la volontà di staccare la spina a questo esecutivo e quindi l’intenzione di tornare al voto “per capitalizzare il consenso di cui il partito attualmente gode”. A questo si aggiunge la notizia battuta poche ore fa secondo cui la Lega avrebbe depositato una Mozione di Sfiducia al Governo Conte al Senato.
Vorrei innanzitutto ringraziare proprio il Premier Giuseppe Conte per l’impegno dimostrato in questo anno e mezzo e soprattutto per la volontà da lui espressa di rendere questa crisi di Governo “la più trasparente della Storia della vita Repubblicana”.
Di fatto, staccare la spina oggi al Governo significa far aumentare l’IVA, buttare all’aria le tante misure e opere progettate nell’ultimo anno per il paese e far saltare il taglio di 345 parlamentari.
Ogni parlamentare di media prende tra i 12 e i 15 mila euro al mese. Praticamente lo stipendio che molti cittadini italiani guadagnano in un anno, con la differenza che i parlamentari non devono nemmeno pagarci le tasse.
345 poltrone in meno significherebbero 345 maxi-stipendi esentasse e che si tradurrebbero in mezzo miliardo di euro ogni 5 anni di risparmio per lo Stato italiano.
Di cosa ha paura la Lega? Di perdere qualche poltrona?
Si sta perdendo per meri interessi elettorali e di partito quella che è partita come una vera e genuina occasione di fare del bene, rischiando oltretutto di buttare alle ortiche il lavoro fatto da ognuno di noi.
L’ennesima occasione persa? L’ardua sentenza ai posteri.

Davide Crippa
Sottosegretario di Stato al Ministero dello Sviluppo economico
Commenti: 3 - >Scrivi un commento
Pier Vittorio Sodano

Vista la catastrofe economica portata da Sallvini & CO, con crescita zero: Le aziende stanno rinviando le espansioni e limitando gli investimenti piuttosto che rischiare denaro in un momento di incertezza. Il debito pubblico rimane monumentale, con oltre 2 trilioni di euro, ovvero oltre il 130 percento della produzione economica annuale.
Un'economia che non si è espansa è rimasta stagnante tra aprile e giugno, secondo i dati recenti, mentre gli investimenti sono diminuiti. Ciò ha tenuto l'Italia sulla buona strada per non crescere affatto quest'anno, rafforzando al contempo la sua pretesa su un titolo indesiderato: l'economia più debole in Europa. Ora i cittadini si troveranno in guai seri, aumento IVA, disoccupazione,,aumento luce, Gas, generi alimentari. Ogni famiglia si troverà un balzello inclassificabile di aumenti. Per salvare l'ITALIA, avremo bisogno di tanta EUROPA, ci servirà un GOVERNO che sappia GOVERNARE.

PS. Dato che molti italiani seguono Salvini, non vorrei ritrovami con un centro-destra di queste levature, con personaggi di chi rema contro la politica europea ossequiando mister Trump - come fa la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, definendo UE "un'entità non democratica è detto tutto!
09-08-2019 22:57:22
Giorgio Lazzarato
UN VERO DISASTRO
Il risultato del comportamento dei Cinque Stelle, movimento di protesta ufficialmente nato nel 2009 e tale rimane fino al 2012, con grande capacità di sollevare questioni e criticità nella politica e nei partiti politici, ma quando nel 2012 si trasforma per entrare le prima volta in parlamento nel 2013 con l’intenzione di diventare forza di Governo, le cose sarebbero dovute cambiare. I problemi andavano studiati, dire no non bastava più, per un senatore o un deputato attento, doveva essere una priorità studiare i problemi e le strutture messe in discussione, a partire dal TAP (Trans Adriatic Pipeline) metanodotto in arrivo in Puglia attraverso l’Adriatico. Non è possibile scoprire solo dopo lo stato dei lavori e dire che non è più possibile tornare indietro. Si prosegue con la TAV (uso l’art. “la” perché il “il” TAV - Treno Alta Velocità - si costruisce nelle officine meccaniche, in Val di Susa si costruisca “la” linea ferroviaria per TAV) e si scopre che i costi per abbandonare tale progetto sarebbero eccessivi, ma siamo poi sicuri che sia inutile? Un vostro esponente ha detto che bisogna fa viaggiare i progetti, non le merci. Il Progetto dei peperoni?
Il ponte di Genova, una disgrazia assoluta trattata dal Vostro gruppo in modo veramente scomposto. Si parte con la condanna di Autostrade per l’Italia (ma in particolare al gruppo Benetton) senza neppure l’idea di un processo e senza nessuna inchiesta, per fare una brusca retromarcia per Alitalia. 16 luglio il Ministro Luigi Di Maio diceva che Atlantia (Società che ha forte riferimento nei Benetton e che possiede 88 % di Autostrade), non poteva entrare in Alitalia, proprio per il legame con Autostrade, ma poi dice di non avere pregiudizi. Insomma confusione su confusione.
Reddito di cittadinanza, una confusione assoluta su un argomento importantissimo e certamente condivisibile, almeno per quanto mi riguarda.
Insomma un vero disastro di chi non ha capito la differenza di un movimento di protesta e l’importanza di governare. Di chi affronta i problemi senza studiarli, pensando siano sufficienti gli slogan.
Aggiungo e finisco il disastro scuola e concorsi per dirigente e insegnanti imbarazzanti, sulla pelle di studenti e famiglie.
Spieghi al Ministro Di Maio che in un Governo serve più Noi e meno Io.
Giorgio Lazzarato
10-08-2019 09:06:21
Pier Vittorio Sodano

"Il leader dell'estrema destra Matteo Salvini,vorrebbe subito elezioni anticipate, per mettere in atto il suo diabolico piano: diventare primo ministro, con il sostegno del partito di Giorgia Meloni, and black shirts"

Pier Vittorio Sodano
21-08-2019 16:37:09
Pannello di riconoscimento utente dei commenti
Nome
Parola chiave
Non sei ancora registrato?
Hai dimenticato la password?
Articolo:
Utente:
Commento:
Il commento è stato inserito correttamente
Inserisci i tuoi dati
Nome
Cognome
E-mail
Scegli il tuo nome utente
Scegli la tua parola chiave
Riscrivi la parola chiave
Inserisci il tuo indirizzo e-mail
Tieni presente che L'indirizzo e-mail che inserisci deve essere
esattamente lo stesso che hai inserito quando ti sei registrato
Il tuo indirizzo e-mail
© 2013 Gattinara on line - Privacy - Credits
X
Sara Bergando:Progetto grafico e gestione pagina Facebook
www.sarabergando.com
Vittorio Delsignore:Sincronizzazione con i social networks
Consulenza tecnica
Gianni Delsignore:Tutto il resto