logotop goltop
Venerdì, 6 Dicembre 2019;
Dati meteo a Gattinara
Grazie alla stazione meteo di Graziano Chieregato
Temperatura corrente
Temperatura massima del giorno
Temperatura minima del giorno
mail logo_fb logotw
CALENDARIO EVENTI
logoedg
freccia
Gli appuntamenti dei prossimi 7 giorni
Non ci sono eventi in archivio nei prossimi 7 giorni
GALLERIA IMMAGINI
San Pietro
Storia
Contatti
Ci hanno scritto
Lettere a Gattinara on line
Deturpata la lapide partigiana affissa al cippo sotto il monte Briasco
Oggetto
Venerdì 22 Novembre 2019
Data
Alessandro Orsi
Mittente
Le sezioni Anpi della Valsesia comunicano, sconcertate, che la lapide partigiana affissa al cippo sotto il monte Briasco è stata seriamente danneggiata nei giorni scorsi. L'Anpi innanzitutto ringrazia l'Amministrazione comunale di Cellio con Breia, nella persona del sindaco Daniele Todaro, per l'immediato intervento di denuncia e i carabinieri di Borgosesia per l'attenzione e la conseguente azione. Non sappiamo se il gesto sconsiderato sia opera di teppisti comuni o sia di matrice fascista, attendiamo lo sviluppo delle indagini, ma non possiamo non preoccuparci visto l'attuale clima in Italia di odio e di esaltazione del fascismo e nazismo. In parecchie zone d'Italia, infatti, lapidi che ricordano i caduti partigiani sono state deturpate da parte di militanti di gruppi e partiti che si richiamano esplicitamente al fascismo e al nazismo. Sono gruppi che si stanno infiltrando anche in Valsesia, una valle decorata con medaglia d'oro al valor militare per le lotte e i sacrifici del suo popolo e dei suoi partigiani contro l'occupazione nazista aiutata dai complici fascisti, servi di un feroce esercito invasore e traditori della nostra patria. Il monte Briasco vide nascere i primi distaccamenti partigiani, fu sempre base importante per le brigate garibaldine e la Resistenza, subì con i suoi paesi, Castagneia soprattutto, le devastazioni inferte dalla barbarie nazifascista. Ancora oggi il Briasco è un simbolo, testimoniato dalla presenza del cippo partigiano, dei combattimenti e dei sacrifici per la libertà e la democrazia. L'Anpi Valsesia condanna, quindi, un gesto così ignobile ed è pronto a rimettere al suo posto la lapide, continuando la battaglia per i valori contenuti nella nostra Costituzione e contro qualsiasi rigurgito fascista. Ora e sempre Resistenza.

Le sezioni Anpi della Valsesia
Alessandro Orsi, presidente Anpi sezione di Borgosesia
Commenti: 1 - >Scrivi un commento
Pier Vittorio Sodano
Tutti noi siamo narratori nel momento in cui trasmettiamo ad altri delle storie e ognuno di noi sente l’esigenza di raccontare dei ricordi. Conobbi molti anni fa, un negoziante di Borgosesia "con attività in Gattinara" fervente fascista, (cordiale e bravissima persona). Mi raccontò che nella città di Borgosesia, dal dopoguerra sono rimasti tanti "fascisti".
I miei ricordi spaziano nel 1952 (avevo 8 anni) in piazza Italia, mentre mio padre mi teneva per mano, arrivarono le jepp della "polizia Celere" da Vercelli, passando a tutta velocità sui marciapiedi, e grazie allo strattone di mio padre mi salvò da morte sicura. ( La legge 20 giugno 1952, n. 645 (detta «legge Scelba»), vieta la riorganizzazione del Partito Nazionale Fascista.
Cordialmente
Pier Vittorio Sodano

Dal libro di Michela Murgia

"Istruzioni per diventare fascisti" è il nuovo provocatorio libro di Michela Murgia, un'arringa per smascherare il fascismo e tutte le ipocrisie dietro cui si cela...“Viviamo tempi in cui i fascisti non si nascondono più. Votano. Si candidano. Vengono eletti. Ti mostrano il braccio teso. Tanto, se è per commemorazione, anche la Cassazione dice che si può fare, e li assolve. Parlano dei tempi in cui c’era Lui, anche se sono nati nel 1994. Per un sacco di tempo, i giornali in Italia questi fascisti li hanno chiamati ‘nostalgici’, cioè gente dal cuore tenero con lo sguardo rivolto al passato. Perché forse, non so, chiamarli fascisti sembrava inelegante, pareva brutto. Dice ‘raduno di nostalgici’. Nostalgici di che? Di che cos’è che hanno nostalgia? Nostalgici del fascio, quindi fascisti”.
22-11-2019 15:26:50
Pannello di riconoscimento utente dei commenti
Nome
Parola chiave
Non sei ancora registrato?
Hai dimenticato la password?
Articolo:
Utente:
Commento:
Il commento è stato inserito correttamente
Inserisci i tuoi dati
Nome
Cognome
E-mail
Scegli il tuo nome utente
Scegli la tua parola chiave
Riscrivi la parola chiave
Inserisci il tuo indirizzo e-mail
Tieni presente che L'indirizzo e-mail che inserisci deve essere
esattamente lo stesso che hai inserito quando ti sei registrato
Il tuo indirizzo e-mail
© 2013 Gattinara on line - Privacy - Credits
X
Sara Bergando:Progetto grafico e gestione pagina Facebook
www.sarabergando.com
Vittorio Delsignore:Sincronizzazione con i social networks
Consulenza tecnica
Gianni Delsignore:Tutto il resto