logotop goltop
Lunedì, 23 Settembre 2019;
Dati meteo a Gattinara
Grazie alla stazione meteo di Graziano Chieregato
Temperatura corrente
Temperatura massima del giorno
Temperatura minima del giorno
mail logo_fb logotw
CALENDARIO EVENTI
logoedg
freccia
Gli appuntamenti dei prossimi 7 giorni
Non ci sono eventi in archivio nei prossimi 7 giorni
GALLERIA IMMAGINI
San Pietro
Storia
Contatti
Ci hanno scritto
Lettere a Gattinara on line
Due discorsi a confronto
Oggetto
Giovedì 22 Agosto 2019
Data
Gianni Brugo
Mittente
Sono due pomeriggi che, mentre lavoricchio in questo periodo di ferie, seguo la maratona di Mentana sulla strana crisi di governo ed i commenti sui social che hanno trasformato anche persone che conosco in rissosi elementi di tifoserie contrapposte.
Questa scelta mi ha costretto a smettere di leggere l’interessantissimo libro di Peter Tompkins “Dalle carte segrete del Duce”. Sarà forse per questo che mi è venuto naturale mettere a confronto due discorsi distanti nel tempo tenuti uno alla Camera dei Deputati il 30 maggio 1924 da Giacomo Matteotti e quello tenuto ieri al Senato da Giuseppe Conte ieri. Il primo è costato la vita al deputato socialista. Fortunatamente i tempi sono cambiati e spero che le conseguenze del secondo saranno diverse. Gli arditi con i loro pugnali assetati di sangue ad oggi non sono ancora in circolazione. Sono rimasto colpito da un elemento comune dei due discorsi: la denuncia di scorrettezze istituzionali ed il richiamo al rispetto delle regole democratiche per consentire agli Italiani una convivenza pacifica.
Vedendo ciò che è successo a seguito del discorso di Matteotti penso che la storia debba insegnare a non rifare gli errori del passato. Per questo però è necessario conoscere la storia. Leggere quella del nostro paese fra gli anni 1919 e 1924 aiuterà le tifoserie a pensare prima di inveire.

immagine

Commenti: 2 - >Scrivi un commento
Vittorio Terzano

Nel 22 Mussolini non aveva maggioranza in Parlamento.
Popolari, socialisti e gli altri non fascisti avevano i numeri per fare il governo.
L’opposizione del Vaticano e dei massimalisti, le incertezze dei giolittiani lo rese impossibile.
E ci siamo goduti fascismo e guerra.
Zingaretti non è Turati, Di Maio non è Sturzo e Salvini non è Mussolini (meglio o peggio?)
I duri e puri delle due parti renderanno impossibile un governo che salvi e l’Italia e L’Europa?
Per fregare il Renzi* ci hanno regalato un anno e mezzo di Salvinismo , ora ce ne regaleranno almeno un ventennio?
Cordialmente
*Sempre nell’attesa (vana?) che si ritiri dalla vita politica come aveva spergiurato.
22-08-2019 15:01:06
Giorgio Lazzarato
Aggiungo che (per fortuna) Sergio Mattarella non è Vittorio Emanuele III.
Il dubbio rimane per gli Italiani.
Saremo cambiati?
Leggiamo la storia?
23-08-2019 07:34:28
Pannello di riconoscimento utente dei commenti
Nome
Parola chiave
Non sei ancora registrato?
Hai dimenticato la password?
Articolo:
Utente:
Commento:
Il commento è stato inserito correttamente
Inserisci i tuoi dati
Nome
Cognome
E-mail
Scegli il tuo nome utente
Scegli la tua parola chiave
Riscrivi la parola chiave
Inserisci il tuo indirizzo e-mail
Tieni presente che L'indirizzo e-mail che inserisci deve essere
esattamente lo stesso che hai inserito quando ti sei registrato
Il tuo indirizzo e-mail
© 2013 Gattinara on line - Privacy - Credits
X
Sara Bergando:Progetto grafico e gestione pagina Facebook
www.sarabergando.com
Vittorio Delsignore:Sincronizzazione con i social networks
Consulenza tecnica
Gianni Delsignore:Tutto il resto