logotop goltop
Giovedì, 21 Gennaio 2021;
Dati meteo a Gattinara
Grazie alla stazione meteo di Graziano Chieregato
Temperatura corrente
Temperatura massima del giorno
Temperatura minima del giorno
mail logo_fb logotw
CALENDARIO EVENTI
logoedg
freccia
Gli appuntamenti dei prossimi 7 giorni
Non ci sono eventi in archivio nei prossimi 7 giorni
GALLERIA IMMAGINI
San Pietro
Storia
Contatti
Ci hanno scritto
Lettere a Gattinara on line
I cambiamenti climatici: il pianeta si disertifica?
Oggetto
Lunedì 4 Gennaio 2021
Data
Gianni Manfredini
Mittente
Egr.Direttore, la signorina svedese Greta THUNBERG è diventata maggiorenne ed i suoi ammiratori applaudivano le sue profezie sulla disertazione del Pianeta, addirittura i fans della gretina l'avrebbero voluta candidarla al NOBEL.
Ora cosa succede: ad Alagna il mio SUV è sepolto da due metri di neve ed è introvabile. l'Italia è sotto alle varie esondazioni dei fiumi che devastano ovunque le abitazioni, i campi e gli animali dei pascoli, le spiagge, le frane sulle strada dovute alle enormi valanghe d' acqua (un riferimento al ns. Ponte di Romagnano, uno dei tanti). Anche il Canale di Cavour, dopo 150 anni, ha subito notevoli danni alle arcate. Ma dove andiamo a parare? Mi ricordo delle copiose nevicate del dopo guerra ma mai giunte a queste dimensioni. Gli eventi climatici hanno dei cicli non prevedibili nei lunghi periodi e sono come i terremoti che, dopo che sono accaduti, tutti gli esperti si sbellicano per dimostrare che loro l'avevano previsti... con le varie faglie... forse il mago Otelma sarebbe da considerarsi più veritiero. A questo punto servirebbe un MOSE per inglobare tutta la ns. penisola così si salva Venezia ed anche noi!

Gianni Manfredini
Viva l'Italia
Gattinara,lì 04/01/2021
Commenti: 13 - >Scrivi un commento
Gianni Delsignore
Anche se non sono il "direttore" intervengo per biasimare il puerile gioco di parole sul suo nome per denigrare le idee di Greta Thunberg e le battaglie che sostiene. Lo trovo decisamente sgradevole.
Dato che si fa riferimento ad Alagna sarebbe sufficiente leggersi un resoconto sullo stato dei ghiacciai...
04-01-2021 19:05:38
gianni manfredini
Caro Delsignore, io non denigro le idee della Thunberg che per un lunghissimo periodo ha imperversato sui media mondiali tanto da essere sempre presente per colazione, pranzo e cena di ogni giorno. Adesso è sparita dai media...come mai?
Ho fatto riferimento ai metri di neve caduta ad Alagna ed in alta montagna
ancora più altissima e leggo su Wikipedia e Amazon quanto segue: "i ghiacciai sono enormi masse di ghiaccio che si formano nelle regioni fredde ed in alta montagna a causa della compattazione e ricristallizzazione della neve : i fiocchi di neve si ammassano e si comprimono, espellendo l'aria tra di loro, per fondere e ricristallizzare formando il ghiaccio" Certamente è un processo molto lungo ma la natura sa come difendersi e riciclarsi. Anche qui i profeti di sciagure non ci
azzeccano un tubo. Senza NEVE non si va da nessuna parte.
Cordialmente
04-01-2021 21:11:00
Gian Piero Marcon
Come appassionato di meteorologia quello che più mi lascia perplesso è l’azzardo delle previsioni che si spingono a 70-100 anni nel futuro addirittura ai prossimi mille anni. Da anni si insegna che un battito d’ali di una farfalla può innescare un ciclone a migliaia di km di distanza appunto per sottolineare la connessione ma anche la complessità dell’atmosfera,la difficoltà di interpretare migliaia di forzanti (tra cui quella antropica) e variabili.
Per questo diffido di quegli esimi scienziati che si spingono a fare previsioni nonostante l’esperienza di due secoli ormai di previsioni del futuro spesso, se non addirittura regolarmente smentite da come poi realmente la storia si è evoluta. Ed è qui che arriva una specie di fastidio che sto iniziando a provare, non certo nei confronti di Greta, che ha avuto il merito di portare il problema alla ribalta , ma nei confronti del suo seguito, ovvero dei suoi fans. I quali stanno approfittando della cosa per metterci il loro interesse privato, spingendo per soluzioni che non sono soluzioni, e come se non bastasse peggiorano la situazione del CO2. Per prima cosa non è vero che il 97% degli scienziati è d'accordo. Per la semplice ragione che la scienza non funziona per alzata di mano. Non cambia un cavolo se tutti gli scienziati pensano una cosa e uno solo pensa il contrario: se quell'uno da solo ha prove ed esperimenti replicabili, vince lui. Alla scienza della democrazia frega zero.
Di tutti i dati sciorinati in questi anni i più significativi sono quelli che provengono dalle carote di ghiaccio dell’Antartide che rilevano la concentrazione di CO2 dei nostri giorni come la più alta degli ultimi 650.000 anni, il che significa che è indubbiamente opera dell’attività umana degli ultimi secoli. Certamente c’è dell’effetto serra prodotto dall’uomo, ma dal momento che negli ultimi 650.000 anni ci sono state almeno 6 glaciazioni e altrettanti periodi interglaciali taluni persino molto più caldi di quello attuale, e quindi si sono avuti cambiamenti del clima molto più sensibili senza la causa del CO2 e senza l’intervento dell’uomo, ci devono essere delle cause più potenti come quelle astronomiche,del ciclo del sole, dell’orbita della terra,ecc.
Un altro aspetto che mi lascia perplesso del dibattito ambientale,ecologico,è che si tende a colpevolizzare e criminalizzare l’uomo insieme a tutto lo sviluppo scientifico e tecnologico degli ultimi tre secoli. Mentre si dovrebbe ringraziare il Signore (chi crede) o l’evoluzione (chi non crede) per il grande progresso che scienza e tecnologia hanno dato all’umanità e che anela liberare la stessa dalla fatica, dalla fame, da innumerevoli malattie; quello stesso progresso che liberando l’uomo da tante necessità primarie permetterà sempre di più di guardarsi intorno,di studiare, ammirare e capire la natura e di pensare a come usarla e conservarla per il meglio.


05-01-2021 13:39:10
Giorgio Lazzarato
Le grandi differenze rispetto alle variazioni climatiche passate, sono la velocità con cui stanno avvenendo e antropizzazione dell'ambiente con le relative conseguenze. il riscaldamento che ha posto fine all'ultima era glaciale, circa 14.000 anni fa, non ha certamente rischiato di allagare Venezia, oggi variazioni anche minori di quella hanno, tra gli altri, anche questo rischio.
Mi pare che siano molte le prove scientifiche sulla responsabilità delle attività umane su quanto avviene. Inoltre i combustili fossili e anche l'uranio sono quantità limitate anche se enormi.
Nessuno dei nostri antenati ha potuto misurare direttamente il cambiamento climatico perché molto lento, oggi possiamo vederlo e, come dice Gianni, i ghiacciai sono l'elemento più evidente.
Sono stato alla Capanna Gnifetti le prime volte alla fine degli anni '70, sarebbe bello se qualcuno avesse foto di allora da confrontare con quelle di oggi. Chi ne ha memoria ha ben presente cosa intendo, ma vedere un confronto fotografico sarebbe bellissimo
05-01-2021 18:04:26
Gianni Delsignore
Per la verità se ci liberiamo solo un pochino delle pigrizia che ci avvolge, sul web si trovano anche moltissime "fonti serie" per farci un'idea della questione. Solo nello scorso mese di dicembre sul "Corriere" ho letto di questa iniziativa che ho trovato molto interessante tra l'Università di Torino (dipartimento di Scienze della Terra) e il CAI per un monitoraggio costante della capanna Margherita sulla punta Gnifetti: https://www.geositlab.unito.it/capanna/index.html
05-01-2021 18:40:45
Vittorio Terzano

Dopo aver ricuperato, fortunosamente,la carriola sepolta, in giardino, da fantastici 20 cm di neve,
mi sono informato, con Vicopedia Penny Marchet.
sugli “OTELMA” “PROFETI DI SCIAGURE”
che non capiscono che “GLI EVENTI CLIMATICI HANNO DEI CICLI NON PREVEDIBILI NEI LUNGHI PERIODI “,
quanto siano infondate “LE SUE PROFEZIE SULLA DESERTIFICAZIONE DEL PIANETA”
e che “LA NATURA SA COME DIFENDERSI E RICICLARSI”.
I negazionisti dei cambiamenti climatici e delle letali conseguenze per la vita sul pianeta,
a livello di comunità scientifica internazionale, sono pressoché inesistenti.
Ovviamente si parla di ricerche specialistiche validate da pubblicazioni riconosciute.
I negazionisti sono i produttori e i grandi consumatori di combustibili fossili.
Questi “padroni dell’anidride carbonica” finanziano lautamente
associazioni “ negazioniste” che diffondono il messaggio soprattutto con internet.
Per costoro chi mette in guardia sulle conseguenze catastrofiche dell’emergenza climatica è scollegato dalla realtà ed è soltanto un “allarmista” che vuole spingerci verso “il panico” anziché “riflettere”.
Ovviamente l’allarme della scienza è più che fondato ma moltissimi governi, quando pur non fanno politica negazionista, non attuano i provvedimenti necessari a salvare l’umanità.
E’ più che bene che tanti giovani, come Greta, tengano alla frusta i governanti, e sarebbe ignobile se, noi vecchi, non fossimo con loro.
Cordialmente
Vittorio
PS. “IO NON DENIGRO LE IDEE DELLA THUNBERG “
Ovvero l’epiteto è rivolto, non alle idee, ma alla persona.
La pezza lè pesc ch’el bus.
05-01-2021 20:26:51
Fabio Savini
"Un sacco di neve", "mai così tanto freddo", "mai vista un'estate così calda", "Mi ricordo delle copiose nevicate del dopo guerra ma mai giunte a queste dimensioni." cit.
Senza tirare in ballo la scienza, già solo con la lingua italiana si capisce che sono tutte frasi in cui si enfatizza un certo argomento.
Questo è il cambiamento climatico, purtroppo. Gli eventi stagionali continuano ad esistere e a fare il loro corso però sono e saranno sempre più amplificati. I luoghi freddi diventeranno più freddi e i luoghi più caldi diventeranno più caldi, con il rischio altissimo di desertificazione, problematiche ambientali, migrazioni climatiche.
Come già riportato dall'amico Gianni D., riporto anche io un articolo di facile comprensione e interpretazione, per giunta in italiano (https://www.focus.it/ambiente/natura/riscaldamento-globale-e-gelo-sugli-usa). Mentre per chi volesse approfondire c'è proprio una sezione di Nature dedicata al cambiamento climatico (https://www.nature.com/nclimate/).
Trovo molto triste il fatto che si debba paragonare la climatologia (e la sismologia/geologia per via dei terremoti) alle previsioni del divino Otelma.
Purtroppo la natura umana davanti ad un problema che non riesce a comprendere, denigra il lavoro altrui per sentirsi appagato dal non capire.
Lasciamo il divino Otelma al suo oroscopo e lasciamo i climatologi alle loro previsioni e ai loro studi.

Cordialmente
Fabio S.
06-01-2021 11:02:27
gianni manfredini
Congratulazioni a Gianni Delsignore per la splendida foto della Capanna Regina Margherita. Considerato che la neve è molto scarsa (per fortuna NOOOO)"vadino" a raccogliere nelle parti soleggiate...le stelle alpine.
Cordialmente.
Nota Bene: ricordo che molti anni addietro, oltre che alla capanna Gnifetti, sono salito anche lì ( ho dovuto scendere poi immediatamente per l'insopportabile mal di testa. Viva l'Italia
06-01-2021 13:36:15
gianni manfredini
Nota per i miei gentili interlocutori.
Primavera, estate, autunno e inverno si susseguano adesso come sempre e la colonnina di mercurio va su e giù come Dio comanda a prescindere dalle idee balzane degli scienziati privi di scienza e pieni di boria.
Posso suggerire...andate a scopare il mare!
06-01-2021 13:44:47
Fabio Savini
Si rafforza di più il concetto che ho espresso nel commento precedente per quanto riguarda la natura umana.
Siamo sempre pieni di esperti di tuttologia (sarà un nuovo corso di laurea presso l'Università della Vita?) mentre gli studiosi (del clima questa volta) vengono presi per scemi e cantastorie chiedendo loro di "andare a spazzare il mare". Sarà per colpa dell'effetto Dunning-Kruger*?
Ai posteri l'ardua sentenza!

Ribadisco che sulla rivista scientifica Nature (NO! "Libero" o "La verità" non sono riviste scientifiche) è presente una sezione apposita sul cambiamento climatico. Mi rendo disponibile per aiutare con l'inglese se qualcuno ha difficoltà.

Come disse qualcuno in qualche testo: "Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire"

Cordialmente

Fabio S.

*L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi esperti [...].

06-01-2021 15:40:21
gianni manfredini
Cari compagni è palese che siete uniti ai vs." sedicenti" scienziati rossi ai quali siete prostrati e da buoni democratici non tollerate chi la pensa diversamente.
Dato che mi sono attribuito, su un post di questo sito, dell'asino e le lingue che conosco sono un poco di latino, un poco di dialetto gattinarese ,un poco del mio dialetto emiliano/romagnolo, mi considero un analfabeta di fronte ai poliglotti miei interlocutori. Per quanto riguarda l'inglese, che io non conosco, uso il traduttore su internet.
Ultima nota: ho sopportato a lungo certe insinuazioni e cattiverie sul mio
personale decoro, aggiungo che, dato le mie larghe possibilità economiche, procederò a querelare coloro di Lor Signori che si permettono ancora di mancarmi di rispetto. Oltre che scopare il mare datevi al ballo liscio di Romagna Mia.
Salutoni ed abbracci (col gomito) per non essere appestato dalla vs. ipocrisia.
06-01-2021 18:04:38
Fabio Savini
Gianni, perché ogniqualvolta hai delle persone contro le tue idee la butti sempre sulla politica? Non capisco del perché dire scienziati rossi, compagni o altre cose che davvero faccio fatica a comprendere. Si stava parlando di scienza e della politica, proprio qui, non frega nulla a nessuno. Parli di poca democrazia però minacci querele per chi ti dice che il tuo pensiero non è corretto e vuole spiegarti l'altra visione del concetto.

Su GOL trovo sempre molto confronto con altri miei concittadini e non su argomenti più disparati. Ho trovato anche persone (o gruppi di persone) che la pensavano diversamente da me, ma non per questo le ho minacciate di querele o di complotto rossi, gialli, verdi, blu contro di me.

Mi dispiace che non sia così aperto al confronto, peccato. Quando cambi idea, io personalmente, mi trovi qui

Cordialmente

Fabio S.
06-01-2021 18:40:30
gianni manfredini
Carissimo Fabio Savini, non la conosco e non so da quale parte batte. Lei si dichiara, penso di aver capito bene, super partes e questo mi sta pure bene. Tutti gli altri sono marcatamente di sinistra e qui non ci piove compreso il mio censore di questo cito. L'ingegnere Lazzarato pur essendo diametralmente ,sul piano politico al mio, lo ritengo una persona corretta e capace così come apprezzo il sig. Zanetta... un fedelissimo di falce e martello... e di Bandiera la trionferà.
sempre cordialmente
06-01-2021 20:20:24
Pannello di riconoscimento utente dei commenti
Nome
Parola chiave
Non sei ancora registrato?
Hai dimenticato la password?
Articolo:
Utente:
Commento:
Il commento è stato inserito correttamente
Inserisci i tuoi dati
Nome
Cognome
E-mail
Scegli il tuo nome utente
Scegli la tua parola chiave
Riscrivi la parola chiave
Inserisci il tuo indirizzo e-mail
Tieni presente che L'indirizzo e-mail che inserisci deve essere
esattamente lo stesso che hai inserito quando ti sei registrato
Il tuo indirizzo e-mail
© 2013 Gattinara on line - Privacy - Credits
X
Sara Bergando:Progetto grafico e gestione pagina Facebook
www.sarabergando.com
Vittorio Delsignore:Sincronizzazione con i social networks
Consulenza tecnica
Gianni Delsignore:Tutto il resto