logotop goltop
Giovedì, 29 Ottobre 2020;
Dati meteo a Gattinara
Grazie alla stazione meteo di Graziano Chieregato
Temperatura corrente
Temperatura massima del giorno
Temperatura minima del giorno
mail logo_fb logotw
CALENDARIO EVENTI
logoedg
freccia
Gli appuntamenti dei prossimi 7 giorni
Non ci sono eventi in archivio nei prossimi 7 giorni
GALLERIA IMMAGINI
San Pietro
Storia
Contatti
Ci hanno scritto
Lettere a Gattinara on line
Il ns. ponte crollato sul Sesia (per fortuna senza vittime)
Oggetto
Mercoledì 14 Ottobre 2020
Data
Gianni Manfredini
Mittente
Egr. Direttore, dal vox populi mi è giunta la notizia che il ponte sul Sesia sarà riportato alla viabilità dal Genio Pontieri dell’Esercito Italiano con la tecnica dei ponti tipo BAILEY (made in USA) e operante nel giro di un anno.

Viva l’Italia

Gattinara,lì 14/10/ 2020
Commenti: 14 - >Scrivi un commento
Andrea Caligaris
Donald Bailey, ideatore del ponte Bailey, era un ingegnere britannico. Se mai made in UK...
15-10-2020 18:35:58
Vittorio Terzano
A occhio e croce non sembra che la mancanza del ponte abbia creato insuperabili problemi di traffico.
Quindi.
Niente ponte provvisorio (solo per veicoli leggeri e a senso unico).
Creerebbe più problemi di quelli che dovrebbe risolvere.
Niente ricostruzione del ponte ma dirottare i 20 miliardi previsti sul tratto della pedemontana Cossato-Romagnano.
Tre ponti, a Carpignano, Ghemme, Grignasco in 20/25 chilometri, sono più che sufficienti.
E mi si lasci continuare a sognare.
Utilizzo dei molti euro risparmiati per trasformare, ovviamente a fine emergenze, le ferrovie Novara-Varallo e Santhia-Arona in due magnifiche piste ciclabili. (Meglio del ciuf, ciuf o no ?)
Con lucida (?) follia, ma sempre cordialmente
Vittorio
Ps. Ovviamente prevedibilissimi gli alti lai di Romagnanesi e Gattinaresi, privati del “loro” ponte.
Tranquilli non succederà. Il buon senso non prevarrà.
15-10-2020 19:58:55
gianni manfredini
Egr.Direttore, i ponti dell'ingegnere inglese Donald Bailey furono utilizzati, durante la Seconda Guerra Mondiale, in tutto il mondo, dagli anglo americani: questo intendevo
dire con il mio erroneo " made in USA. Ho Visitato e percorso più volte il ponte più celebre del mondo quello di Brooklyn nella Grande Mela.
Nota storica: anche Giulio Cesare dopo la conquista della Britannia si servì di un genio Britanno per costruire i vari ponti in legno sul grande fiume Reno, non ricorrendo ad architetti. Al commento successivo di Vittorio Terzano, il maestro di Vigevano, non voglio più confabulare.E' troppo acculturato per la mia modesta portata.Viva l'Italia. Cordialmente saluto








16-10-2020 12:20:07
Vittorio Terzano
Ho cercato su Internet notizie su “un genio Britanno” e su particolari capacità dei britanni dell’epoca di costruire ponti, senza trovare alcun riferimento.
Ho trovato invece il quarto libro del De Bello Gallico nel quale Gaio Giulio Cesare si attribuisce tutta la progettazione dei due ponti sul Reno con tale ricchezza di particolari da renderne possibile la ricostruzione.
Ora ho un problema superiore alla mia ... “acculturazione” .
Qual è la fake news?
Quella del Gaio o quella del Gianni?
Cordialmente
Il maestro di Ghemme
PS
Il maestro di Vigevano (sempre alla pesca di ... svarioni) mi fa notare che la frase
“Al commento ...non voglio più confabulare” sia perlomeno impropria:
è difficile confabulare ( fare conversazione appartata e misteriosa) con un commento.
18-10-2020 09:46:07
gianni manfredini
Nella mia nota storica:" anche Giulio Cesare si servì di un genio britannico?" Ho omesso per distrazione nella battuta il punto interrogativo. Questo è la lettura giusta che volevo dare al mio intervento.Le altre interpretazioni sono solamente
quisquiglie di comodo.
18-10-2020 11:34:47
Andrea Caligaris
Il ponte di Brooklyn è un ponte sospeso, ma non è sicuramente un ponte Bailey (l’ingegnere in questione non era neanche nato quando è stato costruito).
Per quanto riguarda il genio concordo, non vengono citati architetti semplicemente perché nell’antichità non c’erano distinzioni con gli ingegneri, erano discipline che appartenevano alla medesima persona, a cui se ne aggiungevano altre come scultura e pittura (basti pensare a Leonardo, Michelangelo ecc.).
In ogni caso ancora oggi ci si rivolge ad architetti per realizzare ponti, basta una piccola ricerca per osservare le stupende strutture del maestro Santiago Calatrava.
18-10-2020 11:47:53
Graziella Lanati
Il costo totale si aggira attorno ai venti milioni, non venti miliardi.
18-10-2020 18:27:33
gianni manfredini
NON ho affermato che il Ponte di Brooklyn è un Bailex, ho detto semplicemente che l'avevo percorso.Così come ho visto il Ponte sullo Zambesi ( il Victoria Falls),tutto
iuna campata in ferro costruito dall'inglese Cecil Rhodes (n.1853/1902) e anche qui il Bailex non centra un tubo.
N.B.- Il Ponte di Calatrava ( ingegnere ed architetto) costruito a Venezia: i veneziani lo indicano come il Ponte CALABRAGA.
Sic et sempliciter.
18-10-2020 20:05:39
Andrea Caligaris
Quindi basta attraversare qualche ponte per essere un esperto... Interessante!
Al di la del calabraga mi pare che anche un certo Renzo Piano di recente abbia fatto qualcosa...

iuna? Bailex? Quid est?
18-10-2020 20:49:15
Vittorio Terzano
20 miliardi invece di 20 milioni: mi scuso per l'imperdonabile idiozia.
18-10-2020 20:58:34
gianni manfredini
e CHI ABBIA MAI DETTO DI ESSERE ( IO SOTTOSCRITTO) UN ESPERTO? fORSE SIETE CARENTI DI SINDERESI.
18-10-2020 22:15:01
gianni manfredini
ulteriori precisioni: Santiago Calatrava è un ingegnere ed architetto e i suoi ponti
sono belli e funzionali.ma siamo sicuri che non facciano la fine, ancor prima dell'età del Ponte
Morandi con la durata massima di 50 anni dichiarata dallo stesso, cosa che non è stata rispettata a parte le pecche della manutenzione.
Certamente gli architetti nostrani peccano di partigianeria e non ci si nasconda
dietro all'architetto RENZO PIANO ( Senatore a vita) fuoriclasse e genio unico al Mondo.
ciaociao
19-10-2020 14:12:35
Andrea Caligaris
Tarapia tapioco, come se fosse antani con lo scappellamento a destra per due.
Arvezzi
19-10-2020 19:59:52
gianni manfredini
Quando non si hanno più argomentazioni sostenibili, convincenti ed esaustive ci si nasconde
dietro all'amuleto dell'ABRACADABRA.
20-10-2020 07:44:55
Pannello di riconoscimento utente dei commenti
Nome
Parola chiave
Non sei ancora registrato?
Hai dimenticato la password?
Articolo:
Utente:
Commento:
Il commento è stato inserito correttamente
Inserisci i tuoi dati
Nome
Cognome
E-mail
Scegli il tuo nome utente
Scegli la tua parola chiave
Riscrivi la parola chiave
Inserisci il tuo indirizzo e-mail
Tieni presente che L'indirizzo e-mail che inserisci deve essere
esattamente lo stesso che hai inserito quando ti sei registrato
Il tuo indirizzo e-mail
© 2013 Gattinara on line - Privacy - Credits
X
Sara Bergando:Progetto grafico e gestione pagina Facebook
www.sarabergando.com
Vittorio Delsignore:Sincronizzazione con i social networks
Consulenza tecnica
Gianni Delsignore:Tutto il resto