logotop goltop
Mercoledì, 14 Novembre 2018;
Dati meteo a Gattinara
Grazie alla stazione meteo di Graziano Chieregato
Temperatura corrente
Temperatura massima del giorno
Temperatura minima del giorno
mail logo_fb logotw
CALENDARIO EVENTI
logoedg
freccia
Gli appuntamenti dei prossimi 7 giorni
Non ci sono eventi in archivio nei prossimi 7 giorni
GALLERIA IMMAGINI
San Pietro
Storia
Contatti
Ci hanno scritto
Lettere a Gattinara on line
Il presidente del Consiglio e l'8 settembre
Oggetto
Martedì 11 Settembre 2018
Data
Giorgio Lazzarato
Mittente
Sabato 8 settembre, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha tenuto un discorso di quasi un’ora all’inaugurazione dell’82ª edizione della Fiera del Levante di Bari, durante il quale ha provato un parallelismo con oggi, che è sembrato fuori luogo, a sentire e leggere (perché il Presidente non parlava a “braccio”, ma leggeva un testo) sembra che abbia confuso l’8 settembre 1943 con il 25 aprile 1945.
Il testo è: Oggi è l’8 settembre. Una data particolarmente simbolica della nostra storia patria, perché in quell’estate di 75 anni fa si pose fine ad un periodo buio della nostra storia, culminato con la partecipazione dell’Italia a una terribile guerra. Con l’8 settembre, inizia un periodo di ricostruzione prima morale e poi materiale del nostro paese. Un periodo che è stato chiamato, con la giusta enfasi, miracolo economico.
Il dubbio sulla confusione è forte, effettivamente sono 75 anni dal 1943, ma è altrettanto certo che serviranno quasi altri due anni prima che inizi il periodo di ricostruzione. Se il 25 aprile 1945 è il punto più alto per l’Italia del novecento, l’8 settembre 1943 è probabilmente il più basso.
Una bella confusione, purtroppo una delle tante di un Governo che non solo si oppone all’Europa, ma ora anche all’ONU.

Giorgio Lazzarato
Commenti: 1 - >Scrivi un commento
Vittorio Terzano
Penso che il Presidente del Consiglio (ad onorem) non si sia affatto confuso ma abbia voluto valorizzare l’Ottosettembre ( buona cosa pessimamente gestita) per togliere importanza al Venticinqueaprile e per significare che la Repubblica Italiana non sia nata dalla Resistenza ma dal cambio di alleanze deciso dal re e dai suoi generali.
Alcuni storici sostengono che l’Ottosettembre abbia generato, per l’osceno comportamento del re e dei suoi generali, il crollo dell’ideale stesso di Unità nazionale formatosi col Risorgimento e che l’ideale di Patria sia rinato solo grazie alla Lotta di liberazione ed alla nuova Costituzione.
Mi sa che Questi non solo non vogliono l’Europa unita ma neanche quell’Italia democratica nella quale abbiamo vissuto per 70 e più anni.
Solo ora comincio a capire, compiutamente, quale grandissimo onore e quale buona sorte abbiamo avuto, finora.
Cordialmente
Vittorio
12-09-2018 18:26:52
Pannello di riconoscimento utente dei commenti
Nome
Parola chiave
Non sei ancora registrato?
Hai dimenticato la password?
Articolo:
Utente:
Commento:
Il commento è stato inserito correttamente
Inserisci i tuoi dati
Nome
Cognome
E-mail
Scegli il tuo nome utente
Scegli la tua parola chiave
Riscrivi la parola chiave
Inserisci il tuo indirizzo e-mail
Tieni presente che L'indirizzo e-mail che inserisci deve essere
esattamente lo stesso che hai inserito quando ti sei registrato
Il tuo indirizzo e-mail
© 2013 Gattinara on line - Privacy - Credits
X
Sara Bergando:Progetto grafico e gestione pagina Facebook
www.sarabergando.com
Vittorio Delsignore:Sincronizzazione con i social networks
Consulenza tecnica
Gianni Delsignore:Tutto il resto