logotop goltop
Mercoledì, 22 Gennaio 2020;
Dati meteo a Gattinara
Grazie alla stazione meteo di Graziano Chieregato
Temperatura corrente
Temperatura massima del giorno
Temperatura minima del giorno
mail logo_fb logotw
CALENDARIO EVENTI
logoedg
freccia
Gli appuntamenti dei prossimi 7 giorni
Non ci sono eventi in archivio nei prossimi 7 giorni
GALLERIA IMMAGINI
San Pietro
Storia
Contatti
Ci hanno scritto
Lettere a Gattinara on line
Ma quali martiri?
Oggetto
Giovedì 26 Dicembre 2019
Data
Vittorio Terzano
Mittente
A Ghemme via 10 martiri ricorda e celebra la morte di dieci giovani, prigionieri dei nazifascisti, fucilati per rappresaglia.
Nessuno ha mai messo in dubbio la validità del termine "martiri".
Come per innumerevoli altre vie e piazze di tutta Italia.
Fino ad ora.
Nel comune di Trino c'è "Piazza ai martiri dei lager" dedicata a quattro cittadini trinesi consegnati dai fascisti italiani ai nazisti tedeschi.
La Giunta in carica delibera di trasferire l’intitolazione ad un piazzetta in periferia per dedicare la piazza in centro, ai "Tipografi trinesi".
Di fronte alle contestazioni la giunta revoca (soprassiede) la delibera motivando con "la risonanza mediatica del provvedimento non tanto in ambito locale quanto in seno alla comunità ebraica" ma, (per ripicca?), decide di sostituire nella targa, al termine "martiri" il termine "vittime", giustificando la decisione con questa motivazione: "a coloro che persero la vita a causa della persecuzione nazista non fu concessa facoltà di scelta".
Come dire:
"Concittadini uccisi ad Auschwitz, per ora, il complotto demo-pluto-giudaico ci ha costretti a soprassedere ma sia ben chiaro che voi non siete dei martiri, tuttalpiù delle vittime, tipo i morti negli incidenti stradali."
Che vergogna!
Cordialmente

Vittorio Terzano
Ghemme

P:S: Probabilmente questi esperti in semantica hanno pensato ai martiri cristiani che divenivano tali in quanto si rifiutavano di adorare gli dei pagani di Roma.
Il termine martire (dal greco martyr: testimone) è giustamente usato anche per persone che sono state uccise senza poter scegliere, ma che, con la loro morte e le loro sofferenze, hanno comunque testimoniato alti valori di umanità e di civiltà.
Commenti: 1 - >Scrivi un commento
Giorgio Lazzarato
FOLLIA
28-12-2019 16:09:16
Pannello di riconoscimento utente dei commenti
Nome
Parola chiave
Non sei ancora registrato?
Hai dimenticato la password?
Articolo:
Utente:
Commento:
Il commento è stato inserito correttamente
Inserisci i tuoi dati
Nome
Cognome
E-mail
Scegli il tuo nome utente
Scegli la tua parola chiave
Riscrivi la parola chiave
Inserisci il tuo indirizzo e-mail
Tieni presente che L'indirizzo e-mail che inserisci deve essere
esattamente lo stesso che hai inserito quando ti sei registrato
Il tuo indirizzo e-mail
© 2013 Gattinara on line - Privacy - Credits
X
Sara Bergando:Progetto grafico e gestione pagina Facebook
www.sarabergando.com
Vittorio Delsignore:Sincronizzazione con i social networks
Consulenza tecnica
Gianni Delsignore:Tutto il resto