logotop goltop
Giovedì, 21 Marzo 2019;
Dati meteo a Gattinara
Grazie alla stazione meteo di Graziano Chieregato
Temperatura corrente
Temperatura massima del giorno
Temperatura minima del giorno
mail logo_fb logotw
CALENDARIO EVENTI
logoedg
freccia
Gli appuntamenti dei prossimi 7 giorni
Sabato
23-03-2019
21:00
"Cioccolata Fondente". Penultimo appuntamento della stagione teatrale all’Auditorium Lux sabato 23 marzo 2019 ore 21, vi aspettiamo per farvi passare una piacevole serata.
GALLERIA IMMAGINI
San Pietro
Storia
Contatti
Notiziario
04-03-2018
Ghemme, Spazio E - "Essere donna". Un otto marzo d'arte e letteratura
Venerdì 2 marzo nelle caratteristiche salette settecentesche di Spazio E. a Ghemme è stata inaugurata la sesta edizione di ESSERE DONNA, una collettiva d'arte dedicata all'universo femminile: diverse le tematiche affrontate, sempre in continuità con le scelte artistiche di questa singolare galleria inserita nel ricetto e parte integrante di un raffinato ristorante. La titolare, Enrica Pedretti, è molto attenta e severa nel selezionare contenuti artistici di valore, così come, nel campo della ristorazione, è impegnata in una costante ricerca, ispirata ad abbinamenti di prodotti del territorio originali ed esclusivi.
Nella prima sala aprono la mostra i lavori di Mauro Lovisetti: l'artista vercellese presenta una serie di sofisticati quadri dedicati alle bambine con i giocattoli, un soggetto ricorrente nei suoi lavori; Davide Avogadro con tre quadri dal titolo "Donna Fauno", è esponente del gruppo Nuova Figurazione Italiana; Silvana Marra, scultrice che si caratterizza per una profonda riflessione sul mondo esistenziale femminile, espone "Bagnante"," Bozzolo"," Eva,"; Michele Tria, scultore e pittore, ha portato due opere, una scultura titolata: "Seme di Maggio" e un disegno: "Nudo nello Studio"; la sala si completa con due tele di Barbara Pietrasanta: "Speachless" e "The Blak Hole".
Nella seconda sala è presente Pietro Poletti, con la grande tela "Maternità", opera affascinante e coinvolgente; Florine Offelgelt con "Eskimo Kissing": due piccole sfere che sono una sua personalissima cifra stilistica.
In questo spazio è avvenuta la presentazione della personalità e del temperamento artistico di due artiste, recentemente scomparse, che erano state presenze importanti a Spazio E: Rosella Osta Sella e Ada Negri.
Rosella Osta Sella, pittrice e scrittrice, oltre che studiosa delle tradizioni popolari, che nel 2005 aveva anche firmato la presentazione del primo libro di Enrica Pedretti: “Cucinario. Poetica della mescolanza”, è rappresentata da due opere emblematiche: una raffigura una donna pensosa appoggiata ad una porta chiusa, metafora di scelte e di consapevolezza, l’altra offre dei vestiti gonfi di vita appesi a delle grucce, che rivelano l’eterno “femminino”, incarnato dall’artista in una vita piena e ricca di interessi.
Della pittrice Ada Negri, è esposto il disegno "Donna", proveniente da una collezione privata, che penetra con segni scarni la forza e la vitalità dell’universo femminile. Erano presenti Franco Sella, marito di Rosella e Monsignor Gianluca Gonzino nipote di Ada Negri.
Nella terza sala si possono ammirare alcune opere di Anna Galli, scultrice che lavora sperimentando vari materiali e ha guidato per molti anni il gruppo di scultori scenografi della Scala di Milano; Damiana Degaudenzi ha scelto: "Resilienza Genealogica" una singolare tela con delle radiografie, che simbolizzano l’interiorità dell’animo femminile, forte ed in grado di trasformare in positività anche eventi drammatici; Carlo Olivero espone un intenso ritratto fotografico dal titolo. "Caterina o Le Donne salveranno il Mondo"; Nadia Crosignani, milanese, è presente con due quadri: "Incroci", "Verde improbabile"; Caterina Del Nero, la più giovane artista della collettiva, con "Autoritratto 2017".
Nella sala finale Cate Maggia con: "La Passione di Essere Donna" un'installazione curata dall'artista e titolare di Spazio E. Enrica Pedretti, che richiama l'attenzione sulla condizione attuale del femminile, visualizzando le violenze psicologiche e fisiche che la cronaca ci segnala ogni giorno, che si contrappongono alla passione, che si intravede in un velo disteso, realizzato a cera.
Dopo l’arte la letteratura, l’intenso pomeriggio si è concluso con la presentazione del giallo psicologico al femminile dell’artista e scrittrice oleggese Luisa Marangon: “Cabouchon rouge”, titolo ispirato ad un famoso vino della Francia Corta, che evoca il rosso della passione e del delitto. La protagonista del giallo, Isabella, si muove in una Milano caotica tra delitti apparentemente insolubili, ma è in realtà questo è un pretesto per riflettere sull’amore e sulla difficoltà di amare. Luisa Marangon sta per pubblicare un nuovo giallo, ambientato nel mondo dei “social”: “Single fino alla morte”.

La mostra è aperta fino a domenica 15 aprile 2018, dalle 16 alle 22 il giovedì e dalle 11 alle 22 da venerdì a domenica.

immagine


immagine

Piera Mazzone

(pagina stampabile)

Commenti: 0 - Scrivi un commento - (commenti nuova versione sperimentale)
Pannello di riconoscimento utente dei commenti
Nome
Parola chiave
Non sei ancora registrato?
Hai dimenticato la password?
Articolo:
Utente:
Commento:
Il commento è stato inserito correttamente
Inserisci i tuoi dati
Nome
Cognome
E-mail
Scegli il tuo nome utente
Scegli la tua parola chiave
Riscrivi la parola chiave
Inserisci il tuo indirizzo e-mail
Tieni presente che L'indirizzo e-mail che inserisci deve essere
esattamente lo stesso che hai inserito quando ti sei registrato
Il tuo indirizzo e-mail
© 2013 Gattinara on line - Privacy - Credits
X
Sara Bergando:Progetto grafico e gestione pagina Facebook
www.sarabergando.com
Vittorio Delsignore:Sincronizzazione con i social networks
Consulenza tecnica
Gianni Delsignore:Tutto il resto