logotop goltop
Domenica, 22 Luglio 2018;
Dati meteo a Gattinara
Grazie alla stazione meteo di Graziano Chieregato
Temperatura corrente
Temperatura massima del giorno
Temperatura minima del giorno
mail logo_fb logotw
CALENDARIO EVENTI
logoedg
freccia
Gli appuntamenti dei prossimi 7 giorni
Non ci sono eventi in archivio nei prossimi 7 giorni
GALLERIA IMMAGINI
San Pietro
Storia
Contatti
Ci hanno scritto
Lettere a Gattinara on line
C'era una volta il treno
Oggetto
Venerdì 12 Gennaio 2018
Data
Giorgio Lazzarato
Mittente
Argomento della conferenza tenutasi il 16 dicembre scorso a Gattinara, una delle tante tutte valide e interessanti, sul ripristino delle linee ferroviarie sospese, questa in particolare per la linea Arona Santhià. Mi permetto solo di segnalare una piccola mancanza, non si fanno mai numeri in termini di passeggeri trasportati fino alla sospensione e possibili “clienti” futuri. Probabilmente non sono favorevoli al ripristino del servizio, ma non è così importante, infatti se per un’impresa privata il profitto è essenziale per garantirne la vita e lo sviluppo, per il pubblico il profitto deve essere sostituito dal “Servizio Pubblico”. Ed il trasporto in generale e quello ferroviario in particolare lo è, almeno a mio avviso. Perché il treno (meglio se a trazione elettrica) è il sistema di trasporto maggiormente compatibile con l’ambiente in termini di consumi ed emissioni proprio per la fisica del sistema (attriti bassi e potenze impegnate minori a parità di carico trainato).
Ovviamente non può prescindere da costi sostenibili e qui entra in gioco la politica ed il rapporto con il territorio, favorendo non solo il trasporto passeggeri, ma incentivando anche il trasporto merci. Il tipo d’industrie prevalenti nella nostra area, ben si prestano a questo tipo di trasporto che non può essere veloce e presente come quello su gomma, ma se opportunamente programmato ha sicuramente un senso ed un vantaggio economico per chi non può prescindere dal profitto.
Poi bisogna pensare ai treni, i vecchi diesel sono obsoleti ed elettrificare le linee sarebbe troppo costoso, ma esistono alternative, ad esempio i motori ad idrogeno. Efficienti e sperimentati da tempo, per le auto è complicata e pericolosa la fase di rifornimento, facendoli diventare poco pratici. Ma non per i treni.
Alstom importante costruttore di treni nella fabbrica di Salzgitter, vicino ad Hannover in Germania, ha sperimentato il treno ad idrogeno, ma è forse anche più di una sperimentazione, visto che le ferrovie regionali della Bassa Sassonia hanno acquistato 14 treni ad idrogeno. Treni che non hanno bisogno dei nessuna modifica delle linee esistente per viaggiare.
Come sempre è importate la politica per dare indirizzi e programmazione che deve essere sempre coerente con gli obiettivi prefissati e pensare di ospitare una comunità per ragazzi nella stazione ferroviaria dismessa di Gattinara, non è segno di coerenza. Evidentemente l’Amministrazione non crede nella reale possibilità di ripristino della ferrovia.

Giorgio Lazzarato
Commenti: 1 - >Scrivi un commento
Domenica Valleri
Sarei ultrafelice se le ferrovie dello Stato acquistassero 14 treni ad idrogeno
(anche meno), ma temo sia più facile che un cammello entri nella cruna di un ago (visti i trascorsi) che un solo treno ad idrogeno, solchi i nostri binari. È solo un pensiero.
Domenica
13-01-2018 18:19:49
Pannello di riconoscimento utente dei commenti
Nome
Parola chiave
Non sei ancora registrato?
Hai dimenticato la password?
Articolo:
Utente:
Commento:
Il commento è stato inserito correttamente
Inserisci i tuoi dati
Nome
Cognome
E-mail
Scegli il tuo nome utente
Scegli la tua parola chiave
Riscrivi la parola chiave
Inserisci il tuo indirizzo e-mail
Tieni presente che L'indirizzo e-mail che inserisci deve essere
esattamente lo stesso che hai inserito quando ti sei registrato
Il tuo indirizzo e-mail
© 2013 Gattinara on line - Privacy - Credits
X
Sara Bergando:Progetto grafico e gestione pagina Facebook
www.sarabergando.com
Vittorio Delsignore:Sincronizzazione con i social networks
Consulenza tecnica
Gianni Delsignore:Tutto il resto