logotop goltop
Venerdì, 24 Novembre 2017 -
mail logo_fb logotw
CALENDARIO EVENTI
logoedg
freccia
Gli appuntamenti dei prossimi 7 giorni
Sabato
25-11-2017
21:00
Tradizionale concerto per Santa Cecilia, Auditorium LUX.
Domenica
26-11-2017
18:00
L'Associazione Culturale di Gattinara, Domenica 26 novembre 2017 alle ore 18.00 presso la propria sede in Via Cardinale Mercurino n. 14, è lieta di presentare una interessante Conferenza a cura di Gianni Brugo, "Massoneria 300 anni di fratellanza, simbolismo e denigrazione". La Storia, la Massoneria a Vercelli e in Valsesia, i rapporti con la Chiesa Cattolica, le Logge deviate e la Massoneria oggi.
GALLERIA IMMAGINI
San Pietro
Storia
Contatti
Notiziario
09-11-2017
Le campagne fotografiche degli Alinari a Vercelli e il restauro dei fototipi del Museo Borgogna
Alinari tra archivio e restauro
Appuntamento a corollario della mostra con Emanuela Sesti, Laboratorio Alinari di Firenze

Il Museo ha potuto organizzare la mostra su Andrea Tarchetti riportando alla visione e alla fruizione parte del copioso e importante, ma fragilissimo, nucleo di lastre e positivi fotografici del suo patrimonio, grazie al contributo della Compagnia di San Paolo, che ci ha permesso di affidarne il restauro e la digitalizzazione al più noto, antico e importante Istituto specializzato nel nostro paese, e cioè la Alinari di Firenze. Già Antonio Borgogna, il collezionista e fondatore del nostro museo, si serviva delle immagini Alinari per costruire la propria biblioteca visiva sulle opere d'arte finalizzata al perfezionamento del suo gusto e delle sue conoscenze. Avremo l'occasione di ascoltare dalla voce della responsabile di Alinari, quali operazioni di restauro sono state effettuate sul nostro fondo - sotto la direzione del funzionario di Soprintendenza Sofia Villano che interverrà durante l'incontro - e con quali modalità, come racconta anche il video ospitato in mostra. In particolare però ci soffermeremo sull'impegno degli Alinari nell'Ottocento nel ritrarre il nostro territorio e la nostra città con campagne fotografiche commissionate ad hoc.

La Fratelli Alinari, costituita a Firenze nel 1852, è infatti l’azienda di più antica fondazione al mondo operante nel campo della fotografia e più in generale nel settore delle immagini e della comunicazione. Situata dal 1863 in Via Nazionale 8 (ora Largo Alinari 15), deve la sua nascita e il suo prestigioso sviluppo ai fratelli Leopoldo, Giuseppe e Romualdo Alinari che costituirono un archivio di documentazione fotografica unico al mondo sull’arte, il costume, il paesaggio, il lavoro e la ritrattistica tra Ottocento e Novecento, di oltre 120.000 lastre. Questo archivio col tempo si è enormemente ampliato: con le acquisizioni dell’allora proprietario Senatore Cini, intorno alla metà del ‘900, al quale si deve l’ingresso degli archivi Brogi, Anderson, Chauffourier, Fiorentini e Mannelli per oltre 80.000 lastre complessive. A partire dalla fine degli anni ’80 la nuova proprietà ha creato le “collezioni Alinari”, un patrimonio che consiste oggi in oltre 5.000.000 di fotografie. Parallelamente, l’archivio si è continuamente aggiornato con campagne fotografiche nuove sia in bianco e nero che a colori. Il corpus fotografico custodito da Alinari ha pochi eguali al mondo: oltre 5.000.000 di immagini di proprietà, tra foto storiche e attuali, positivi d’epoca ‘vintage prints’, negativi su vetro e su pellicola e fotocolor. La documentazione iconografica copre la storia dell’Italia, dell’Europa e del mondo dalla metà dell’Ottocento ai nostri giorni, illustrando l’arte, la cultura, la storia, l’industria, il paesaggio, la società, ecc.: una fonte imprescindibile per raccontare oltre un secolo e mezzo di storia. Il patrimonio fotografico permette oggi di gestire una continua programmazione espositiva ed editoriale, di sviluppare progetti di comunicazione, di svolgere attività di licensing, sia in Italia che all’estero, anche per conto di importanti archivi fotografici internazionali. Tutto ciò ha fatto della Fratelli Alinari un’azienda leader a livello nazionale ed internazionale nel campo della fotografia, delle immagini e quindi della comunicazione.

Manuela Sesti è Dirigente scientifico di “Fratelli Alinari. Fondazione per la Storia della Fotografia” a Firenze, fondazione che si propone di svolgere un fondamentale ruolo di tutela, promozione e valorizzazione di tutto ciò che è riferito all’ambito della fotografia e alla sua storia, nonché alle arti figurative in genere.
Laureata in Storia dell’Arte, e specializzata in Storia dell’Arte Medievale e Moderna, ha svolto attività di ricerca per il Centro Nazionale delle Ricerche e dell’Università degli Studi di Firenze. Ha svolto attività didattica in Università Italiane, Scuole superiori e Istituti di formazione, in particolare ha insegnato Storia della Fotografia alle Facoltà di Architettura e di Lettere e alla Scuola di Specializzazione di Storia dell’Arte dell’Università di Firenze, al Master di Alta Formazione sull’Immagine Contemporanea e al Corso Curatori della Fondazione Fotografia di Modena, alla Scuola di Alta Formazione dell’Opificio delle Pietre Dure e al Master in Design degli Allestimenti e dei Percorsi Museali di Palazzo Spinelli, alla Florence University of Art.
Nel 1985 inizia la sua collaborazione con la Fratelli Alinari, per la quale ha diretto la Fototeca e il Catalogo, nonché ha curato esposizioni e cataloghi di fotografia. E’ responsabile della Formazione tra cui ricordiamo i corsi di Conservazione e Restauro della Fotografia realizzati in collaborazione con l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze e si occupa di progetti multimediali, della storia, conservazione e restauro della fotografia, è responsabile scientifico di AIM. Alinari Images Museum di Trieste. Ha curato diverse esposizioni e realizzato numerose pubblicazioni sulla storia dell'Arte e della fotografia.
grfrfr
Biglietto: € 10,00 (ingresso, conversazione e visita alla mostra).

mercoledì 22 NOVEMBRE, ore 16.45
Giochi... d'autunno: profumi e colori
Mercoledì 22 novembre alle 16.45 tornano in Museo i “Giochi... d'Arte” con un appuntamento speciale dedicato ai più piccoli (4-7 anni) e ai loro accompagnatori.
Il pomeriggio, intitolato “Giochi... d'Autunno” ci accompagnerà alla scoperta di colori e profumi stagionali, dalle castagne alle foglie secche... anche in questo appuntamento prenderemo spunto dalle immagini della mostra “Vercelli. Scatti nel tempo” per conoscere alcune tradizioni poco conosciute e parlarne con genitori e nonni! Finiremo il pomeriggio con un divertente laboratorio creativo!
Prenotazione obbligatoria allo 0161.252764 entro martedì 21 novembre.
Biglietto € 5,00 a bambino, accompagnatore gratuito

Museo Francesco Borgogna

(pagina stampabile)

Commenti: 0 - Scrivi un commento - (commenti nuova versione sperimentale)
Pannello di riconoscimento utente dei commenti
Nome
Parola chiave
Non sei ancora registrato?
Hai dimenticato la password?
Articolo:
Utente:
Commento:
Il commento è stato inserito correttamente
Inserisci i tuoi dati
Nome
Cognome
E-mail
Scegli il tuo nome utente
Scegli la tua parola chiave
Riscrivi la parola chiave
Inserisci il tuo indirizzo e-mail
Tieni presente che L'indirizzo e-mail che inserisci deve essere
esattamente lo stesso che hai inserito quando ti sei registrato
Il tuo indirizzo e-mail
© 2013 Gattinara on line - Privacy - Credits
X
Sara Bergando:Progetto grafico e gestione pagina Facebook
www.sarabergando.com
Vittorio Delsignore:Sincronizzazione con i social networks
Consulenza tecnica
Gianni Delsignore:Tutto il resto